Il Femminile Sacro

La Terra è il nome dato al nostro pianeta come estensione del riferimento al suolo, al terreno, alla materia “secca”: etimologicamente “terra” si rifà a una radice indoeuropea che significa proprio “secco, arido”, molto probabilmente attribuitole in contrapposizione alle acque (materia liquida, bagnata, umida), coerentemente con le grandi cosmogonie che vedono la separazione ad opera divina tra i mari e le terre emerse.

Il Femminile Sacro (Seconda Parte)

Nelle civiltà antiche della Grande Madre, oltre alla donna, anche alcuni animali venivano considerati sacri ed espressione di quella stessa Natura considerata sacra, dell'energia della Vita stessa: tra questi importante era la femmina del maiale o del cinghiale, sentita come il vaso/utero da cui era nato il mondo (la stessa simbologia viene attribuita in un secondo momento anche alla mucca), o l'uccello che aveva deposto l'uovo originario del mondo, o il serpente, spesso associato alla ciclicità.

Il Femminile Sacro (Prima Parte) - newsletter la Città della Luce

Il Femminile Sacro (Prima Parte)

Guardando all'attuale società e cultura occidentale nessuno avrebbe dei dubbi nel riconoscere tutti i segni di una società patriarcale: ma prima dell'avvento del patriarcato (che l'archeologa Marja Gimbutas fa risalire alle prime ondate migratorie del popolo Kurgan, avvenute 4500 anni fa), sembrano essere esistite in tutto il mondo delle civiltà in cui era il culto del Femminile a trovarsi al centro della società e della cultura.

Iscriviti alla Newsletter

La tua e-mail

Ripeti e-mail

 

 
 

lo shop del benessere

vai al sito macrolibrarsi